Analisi dermatologica

Tra tutte le patologie della pelle, il melanoma è quella più pericolosa. Si tratta di una forma tumorale della pelle che ha registrato nell’ultimo decennio un incremento di circa il 15% nel mondo. In Italia si registrano oltre 12.000 nuove diagnosi di melanoma all’anno. Fortunatamente però, grazie alla ricerca e alla prevenzione è aumentata anche la speranza di guarigione, con percentuali di curabilità passate dal 5% al 50% negli ultimi 5 anni, con l’evoluzione delle cure molecolari e degli anticorpi monoclonali, figli dell’immunoterapia.

È quasi sempre  la tempestività della diagnosi a separare i casi di guarigione da quelli di degenerazione. Infatti, se il processo maligno viene riconosciuto quando è ancora situato negli strati superficiali della cute, la prognosi è generalmente buona e la guarigione completa.
Spesso però si tende a sottostimare la comparsa di nei sospetti, per sottovalutazione del problema o più banalmente, a causa dei costi di una visita dermatologica.

Come funziona la prevenzione dermatologica?

I servizi specialistici dedicati alla pelle sono orientanti allo screening dei nei e alla prevenzione del melanoma. Grazie a questi strumenti è possibile mappare i nei presenti sull’epidermide, individuando rapidamente quelli sospetti.

Dispositivi